In nuovo scenario in materia di assistenza sociale, delineatosi a seguito della Legge 328/2000 e della riforma del Titolo V Parte II della Costituzione, ha comportato una marcata regionalizzazione dei sistema integrato dei servizi e degli interventi sociali. Tale processo ha prodotto disomogeneità territoriali riscontrabili, tuttavia, dall’analisi della normativa e della documentazione inerente la programmazione dei servizi e degli interventi. Il volume illustra i risultati di una indagine esplorativa condotta negli anni 2005-2007 il cui obiettivo è stato quello di cogliere aspetti caratterizzanti il processo di strutturazione dei sistemi regionali; nel contempo si è tentato di comprendere in che modo e con quali criticità le regioni costruiscono e caratterizzano il proprio sistema di welfare locale. La presente ricerca ha coinvolto le direzioni regionali competenti considerate come testimoni chiave del processo di riforma in corso. L’analisi comparativa dei documenti di programmazione delle ventuno amministrazioni, unitamente alla raccolta delle opinioni dei testimoni chiave, ha permesso la definizione di elementi di forza e di debolezza dei welfare locali, e la formulazione di una ipotesi di raggruppamento dei diversi contesti territoriali in quattro cluster, che rappresentano altrettanti idealtipi di welfare regionali.

Welfare locali. Studio comparativo sulla programmazione dei servizi sociali nelle nelle regioni italiane

MARETTI, MARA
2008-01-01

Abstract

In nuovo scenario in materia di assistenza sociale, delineatosi a seguito della Legge 328/2000 e della riforma del Titolo V Parte II della Costituzione, ha comportato una marcata regionalizzazione dei sistema integrato dei servizi e degli interventi sociali. Tale processo ha prodotto disomogeneità territoriali riscontrabili, tuttavia, dall’analisi della normativa e della documentazione inerente la programmazione dei servizi e degli interventi. Il volume illustra i risultati di una indagine esplorativa condotta negli anni 2005-2007 il cui obiettivo è stato quello di cogliere aspetti caratterizzanti il processo di strutturazione dei sistemi regionali; nel contempo si è tentato di comprendere in che modo e con quali criticità le regioni costruiscono e caratterizzano il proprio sistema di welfare locale. La presente ricerca ha coinvolto le direzioni regionali competenti considerate come testimoni chiave del processo di riforma in corso. L’analisi comparativa dei documenti di programmazione delle ventuno amministrazioni, unitamente alla raccolta delle opinioni dei testimoni chiave, ha permesso la definizione di elementi di forza e di debolezza dei welfare locali, e la formulazione di una ipotesi di raggruppamento dei diversi contesti territoriali in quattro cluster, che rappresentano altrettanti idealtipi di welfare regionali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/131224
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact