Quali sono i rapporti tra architettura e cultura digitale? Come la rivoluzione informatica, fenomeno pervasivo e trasversale, ha modificato il pensiero e l'operatività architettonica? E quali i suoi effetti sulla rappresentazione e conformazione dell'architettura? Il fenomeno dell'interattività e il concetto di ipersuperficie, così diffusi all'interno della cultura digitale, assieme all'ampliamento delle nostre facoltà sensoriali, potenziate dalla realtà tecno-informatica, come stanno modificando la creatività e la sfera progettuale? Nella didattica, in che misura la diffusione nelle scuole d'architettura di hardware e software accelera e aiuta l'apprendimento e la circolazione delle idee? Il ciberspazio, questo nuovo possibile modello di "spazio ideale" - dove acquisisce un diverso valore anche il senso fisico della gravità che caratterizza il nostro reale -, integrando molti dei media precedenti, come modifica la nostra concezione del mondo e le categorie di spazio e di tempo? Fino a che punto, in architettura, esso determina e influenza le nostre azioni, o la stessa nozione di realtà? Quanto il medium utilizzato incide in termini di trasformazione di pensiero negli scenari del processo progettuale contemporaneo? E poi, in che modo le innovazioni comunicative hanno modificato i "modelli espressivi" dell'architettura? Queste e altre domande entrano nel vivo di un tema affascinante e controverso, che catalizza, a vari livelli, gran parte del dibattito contemporaneo. In questo volume alcuni specialisti di settore propongono un aggiornato punto di vista critico. I saggi raccolti, scritti da autori italiani e stranieri fra i più attenti a quanto accade sulla scena contemporanea internazionale, propongono al lettore ricerche, riflessioni e provocazioni, su alcuni dei tanti temi in evoluzione nel fluido e complesso territorio della cultura architettonica digitale. Un insieme articolato di idee e riferimenti sullo stato dell'arte della frontiera tecnologica e della dimensione digitale del progetto di architettura, di cui si illustrano statuti comunicativi, potenzialità espressive e applicazioni, mostrandone limiti e delineandone gli scenari evolutivi.

Architettura e cultura digitale

SACCHI, Arturo Livio;UNALI, Maurizio
2003

Abstract

Quali sono i rapporti tra architettura e cultura digitale? Come la rivoluzione informatica, fenomeno pervasivo e trasversale, ha modificato il pensiero e l'operatività architettonica? E quali i suoi effetti sulla rappresentazione e conformazione dell'architettura? Il fenomeno dell'interattività e il concetto di ipersuperficie, così diffusi all'interno della cultura digitale, assieme all'ampliamento delle nostre facoltà sensoriali, potenziate dalla realtà tecno-informatica, come stanno modificando la creatività e la sfera progettuale? Nella didattica, in che misura la diffusione nelle scuole d'architettura di hardware e software accelera e aiuta l'apprendimento e la circolazione delle idee? Il ciberspazio, questo nuovo possibile modello di "spazio ideale" - dove acquisisce un diverso valore anche il senso fisico della gravità che caratterizza il nostro reale -, integrando molti dei media precedenti, come modifica la nostra concezione del mondo e le categorie di spazio e di tempo? Fino a che punto, in architettura, esso determina e influenza le nostre azioni, o la stessa nozione di realtà? Quanto il medium utilizzato incide in termini di trasformazione di pensiero negli scenari del processo progettuale contemporaneo? E poi, in che modo le innovazioni comunicative hanno modificato i "modelli espressivi" dell'architettura? Queste e altre domande entrano nel vivo di un tema affascinante e controverso, che catalizza, a vari livelli, gran parte del dibattito contemporaneo. In questo volume alcuni specialisti di settore propongono un aggiornato punto di vista critico. I saggi raccolti, scritti da autori italiani e stranieri fra i più attenti a quanto accade sulla scena contemporanea internazionale, propongono al lettore ricerche, riflessioni e provocazioni, su alcuni dei tanti temi in evoluzione nel fluido e complesso territorio della cultura architettonica digitale. Un insieme articolato di idee e riferimenti sullo stato dell'arte della frontiera tecnologica e della dimensione digitale del progetto di architettura, di cui si illustrano statuti comunicativi, potenzialità espressive e applicazioni, mostrandone limiti e delineandone gli scenari evolutivi.
8884914086
9788884914088
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/141193
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact