Questo testo di ortodonzia ortopedico funzionale illustra una concezione dell’ortodonzia dinamica rivolta alla ricerca di tutto ciò che è innovativo per poter migliorare il quadro diagnostico e terapeutico, senza però dimenticare l’importanza dei concetti che derivano dalla genetica, dalla fisiologia e dalle interazioni neuromuscolari. Il concetto dell’allineamento dentario è stato largamente superato dalle nuove concezioni di riposizionamento spaziale delle basi ossee in armonia con la componente neuromuscolare, con gli elementi dentari e con le parti molli. In definitiva, il ruolo dell’ortognatodonzia si estrinseca non solo nel ripristino della funzione masticatoria ma, anche, nella normalizzazione della deglutizione, della respirazione, della fonesi, nel miglioramento della postura e dell’aspetto estetico. Nel paziente in crescita, la terapia ortognatodontica ha come obiettivo quello di contrastare il potenziale di crescita e/o reindirizzare le forze biologiche del paziente; questa capacità della terapia ortognatodontica permette di assegnare all’ortognatodonzia un ruolo nell’ambito delle discipline biologiche. Quest'opera rappresenta un contributo alla conoscenza della complessa problematica ortodontica sottolineando l’importanza di ricondurre forma e funzione in accordo con l’engramma neuromuscolare. Questi concetti sono stati ben concretizzati con i dispositivi no-compliance che, permettendo di rielaborare i pattern neuromotori ventiquattro ore al giorno e, agendo anche durante la masticazione, consentono di rieducare la funzione dell’apparato stomatognatico in accordo con una riprogrammazione dell’engramma neuromuscolare. Il testo, pertanto, è valido per chiarire i meccanismi relativi alla trasmissione delle informazioni dalla periferia al centro e di come sia possibile agire sulla memoria neuronale.

Ortodonzia Funzionale equilibrio tra engramma neuromuscolare, forma e funzione

D'ATTILIO, Michele;FESTA, Felice
2011

Abstract

Questo testo di ortodonzia ortopedico funzionale illustra una concezione dell’ortodonzia dinamica rivolta alla ricerca di tutto ciò che è innovativo per poter migliorare il quadro diagnostico e terapeutico, senza però dimenticare l’importanza dei concetti che derivano dalla genetica, dalla fisiologia e dalle interazioni neuromuscolari. Il concetto dell’allineamento dentario è stato largamente superato dalle nuove concezioni di riposizionamento spaziale delle basi ossee in armonia con la componente neuromuscolare, con gli elementi dentari e con le parti molli. In definitiva, il ruolo dell’ortognatodonzia si estrinseca non solo nel ripristino della funzione masticatoria ma, anche, nella normalizzazione della deglutizione, della respirazione, della fonesi, nel miglioramento della postura e dell’aspetto estetico. Nel paziente in crescita, la terapia ortognatodontica ha come obiettivo quello di contrastare il potenziale di crescita e/o reindirizzare le forze biologiche del paziente; questa capacità della terapia ortognatodontica permette di assegnare all’ortognatodonzia un ruolo nell’ambito delle discipline biologiche. Quest'opera rappresenta un contributo alla conoscenza della complessa problematica ortodontica sottolineando l’importanza di ricondurre forma e funzione in accordo con l’engramma neuromuscolare. Questi concetti sono stati ben concretizzati con i dispositivi no-compliance che, permettendo di rielaborare i pattern neuromotori ventiquattro ore al giorno e, agendo anche durante la masticazione, consentono di rieducare la funzione dell’apparato stomatognatico in accordo con una riprogrammazione dell’engramma neuromuscolare. Il testo, pertanto, è valido per chiarire i meccanismi relativi alla trasmissione delle informazioni dalla periferia al centro e di come sia possibile agire sulla memoria neuronale.
9788870513684
8870513688
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/188057
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact