Nel presente lavoro verrà analizzata la ricezione della dissoluzione dello stato jugoslavo nella letteratura serba (prevalentemente nella narrativa) a vent???anni dai fatti avvenuti nei Balcani. La metafora del ???cannone incandescente??? si riferisce al romanzo di Vladimir Kecmanovi??, Top je bio vreo (2008). Si tratta di un???opera che ha provocato varie polemiche, ha avuto un forte impatto sulla scena letteraria serba e ha nuovamente posto la questione sulla capacità di raccontare obiettivamente i fatti delle ultime guerre jugoslave. In questo senso con la presente analisi si intendono prendere in considerazione i principali protagonisti della letteratura serba i quali negli ultimi vent???anni hanno affrontato nelle loro opere la tematica della dissoluzione della Jugoslavia, nonché le posizioni critiche mosse nei confronti di alcune correnti letterarie serbe negli ultimi decenni. Gli autori quali Milorad Pavi??, Dobrilo Nenadi??, Momo Kapor, Svetislav Basara, Vladimir Arsenijevi??, Goran Petrovi?? o Vladimir Kecmanovi??, per menzionare solo alcuni, sono (stati) la continua meta delle polemiche sul nazionalismo letterario oppure sul cosiddetto europeismo/mundialismo degli scrittori serbi. La letteratura nei Balcani rappresenta un costante campo di battaglia, e il cannone della letteratura serba continua ad essere incandescente anche per la sempre più forte censura che si sia instaurata nella critica serba negli ultimi anni. L???effetto di tale censura, però, ha delle manifestazioni contraddittorie che richiedono un???autoanalisi retrospettiva insieme alle possibili nuove proposte narrative.

Il cannone incandescente: la letteratura serba nei vent'anni trascorsi dalla dissoluzione della Jugoslavia

LAZAREVIC, Persida
2011

Abstract

Nel presente lavoro verrà analizzata la ricezione della dissoluzione dello stato jugoslavo nella letteratura serba (prevalentemente nella narrativa) a vent???anni dai fatti avvenuti nei Balcani. La metafora del ???cannone incandescente??? si riferisce al romanzo di Vladimir Kecmanovi??, Top je bio vreo (2008). Si tratta di un???opera che ha provocato varie polemiche, ha avuto un forte impatto sulla scena letteraria serba e ha nuovamente posto la questione sulla capacità di raccontare obiettivamente i fatti delle ultime guerre jugoslave. In questo senso con la presente analisi si intendono prendere in considerazione i principali protagonisti della letteratura serba i quali negli ultimi vent???anni hanno affrontato nelle loro opere la tematica della dissoluzione della Jugoslavia, nonché le posizioni critiche mosse nei confronti di alcune correnti letterarie serbe negli ultimi decenni. Gli autori quali Milorad Pavi??, Dobrilo Nenadi??, Momo Kapor, Svetislav Basara, Vladimir Arsenijevi??, Goran Petrovi?? o Vladimir Kecmanovi??, per menzionare solo alcuni, sono (stati) la continua meta delle polemiche sul nazionalismo letterario oppure sul cosiddetto europeismo/mundialismo degli scrittori serbi. La letteratura nei Balcani rappresenta un costante campo di battaglia, e il cannone della letteratura serba continua ad essere incandescente anche per la sempre più forte censura che si sia instaurata nella critica serba negli ultimi anni. L???effetto di tale censura, però, ha delle manifestazioni contraddittorie che richiedono un???autoanalisi retrospettiva insieme alle possibili nuove proposte narrative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/207160
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact