Immagine e poteri del cardinale nel Cinquecento fra tradizione e censure