Il testo individua nella passione civile il motore primo della multiforme azione di Adriano Olivetti ed evidenzia tre registri attuativi di tale passione nel fare architettonico, tre aspetti segnati da un forte impegno civile che si staglia di fronte al disimpegno dominante dell'architettura contemporanea. La costruzione di un terreno comune, presupposto indispensabile all'effettualità dell'agire, come condivisione di valori e di aspirazioni; la considerazione dell'urbanistica e dall'architettura quali discipline capaci di incidere simultaneamente sulle forme spaziali e sulle forme sociali; il dispiegamento della propria azione anche -e soprattutto- in una dimensione ordinaria della modificazione del territorio: questi sono i tre aspetti, tra loro strettamente connessi, che ci pare importante riconsiderare oggi, ad affiancare altre letture, più circostanziate, dell'esperienza olivettiana.

Passione civile. Tre aspetti da riconsiderare dell’esperienza olivettiana

BILO', Federico
2012

Abstract

Il testo individua nella passione civile il motore primo della multiforme azione di Adriano Olivetti ed evidenzia tre registri attuativi di tale passione nel fare architettonico, tre aspetti segnati da un forte impegno civile che si staglia di fronte al disimpegno dominante dell'architettura contemporanea. La costruzione di un terreno comune, presupposto indispensabile all'effettualità dell'agire, come condivisione di valori e di aspirazioni; la considerazione dell'urbanistica e dall'architettura quali discipline capaci di incidere simultaneamente sulle forme spaziali e sulle forme sociali; il dispiegamento della propria azione anche -e soprattutto- in una dimensione ordinaria della modificazione del territorio: questi sono i tre aspetti, tra loro strettamente connessi, che ci pare importante riconsiderare oggi, ad affiancare altre letture, più circostanziate, dell'esperienza olivettiana.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Le Quattro Stagioni.pdf

accesso aperto

Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 1.82 MB
Formato Adobe PDF
1.82 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/360485
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact