Il contributo porta l'attenzione sullo stato di necrosi in cui versano molti dei centri distrutti dal terremoto della Marsica, mai ricostruiti, ricostruiti in parte oppure ricostruiti e poi abbandonati, sebbene quasi mai completamente, a seguito di fenomeni di emigrazione e/o altre calamità naturali. L'obiettivo, anche in questi casi, apparentemente estremi di degrado e oblio, è esplorare la possibilità di operazioni di recupero a scala territoriale che tengano conto dello straordinario paesaggio cui i singoli centri spesso appartengono.

Abbandono e necrosi dei centri minori dopo il sisma del 1915. Argomenti per il recupero

SERAFINI, Lucia
2016

Abstract

Il contributo porta l'attenzione sullo stato di necrosi in cui versano molti dei centri distrutti dal terremoto della Marsica, mai ricostruiti, ricostruiti in parte oppure ricostruiti e poi abbandonati, sebbene quasi mai completamente, a seguito di fenomeni di emigrazione e/o altre calamità naturali. L'obiettivo, anche in questi casi, apparentemente estremi di degrado e oblio, è esplorare la possibilità di operazioni di recupero a scala territoriale che tengano conto dello straordinario paesaggio cui i singoli centri spesso appartengono.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
9788849233629.pdf

accesso aperto

Descrizione: pdf ricavato dalla pubblicazione
Tipologia: Documento in Post-print
Dimensione 2.86 MB
Formato Adobe PDF
2.86 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/669652
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact