Il contributo porta l'attenzione sullo stato di necrosi in cui versano molti dei centri distrutti dal terremoto della Marsica, mai ricostruiti, ricostruiti in parte oppure ricostruiti e poi abbandonati, sebbene quasi mai completamente, a seguito di fenomeni di emigrazione e/o altre calamità naturali. L'obiettivo, anche in questi casi, apparentemente estremi di degrado e oblio, è esplorare la possibilità di operazioni di recupero a scala territoriale che tengano conto dello straordinario paesaggio cui i singoli centri spesso appartengono.

Abbandono e necrosi dei centri minori dopo il sisma del 1915. Argomenti per il recupero

SERAFINI, Lucia
2016-01-01

Abstract

Il contributo porta l'attenzione sullo stato di necrosi in cui versano molti dei centri distrutti dal terremoto della Marsica, mai ricostruiti, ricostruiti in parte oppure ricostruiti e poi abbandonati, sebbene quasi mai completamente, a seguito di fenomeni di emigrazione e/o altre calamità naturali. L'obiettivo, anche in questi casi, apparentemente estremi di degrado e oblio, è esplorare la possibilità di operazioni di recupero a scala territoriale che tengano conto dello straordinario paesaggio cui i singoli centri spesso appartengono.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
9788849233629.pdf

accesso aperto

Descrizione: pdf ricavato dalla pubblicazione
Tipologia: Documento in Post-print
Dimensione 2.86 MB
Formato Adobe PDF
2.86 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/669652
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact