Repertori minoritari e contatto lessicale: alcune riflessioni