Dalla scrivania di un provenzalista del Duecento: il canzoniere H