«Per me è Zaratustra che parla». Mazzucchetti, Vittorini e la letteratura tedesca 1956-1965