Le situazioni di crisi richiedono al soggetto incaricato dal Tribunale di vigilare (commissario giudiziale) o di liquidare (liquidatore giudiziale) di utilizzare particolari strumenti nello svolgimento della propria attività. Tra questi, la valutazione di azienda può assumere un ruolo determinante: sia che si tratti di valutazione finalizzata alla cessione, sia che si tratti di valutazione finalizzata alla determinazione del congruo canone di affitto di azienda. In tale contesto giuridico-operativo, pertanto, la valutazione d’azienda può dare il suo contributo al perseguimento di numerose finalità: conoscere il valore dell’azienda e delle sue componenti patrimoniali; giudicare la convenienza alla prosecuzione dell’attività rispetto all’ipotesi di liquidazione; confrontare in termini di valore le diverse ipotesi evolutive di piani aziendali; permettere l’espressione del giudizio di miglior soddisfazione dei creditori richiesto all’attestatore; consentire al commissario giudiziale di comparare le diverse proposte concordatarie depositate; sostenere l’analisi in merito al rapporto tra attivo della procedura e richieste dei creditori; migliorare i processi decisionali degli organi aziendali, dei creditori coinvolti nella procedura concorsuale e degli organi della procedura concorsuale (CNDCEC – SIDREA: 2016).

Introduzione: La valutazione delle aziende in crisi e procedure concorsuali

Gitto
2018

Abstract

Le situazioni di crisi richiedono al soggetto incaricato dal Tribunale di vigilare (commissario giudiziale) o di liquidare (liquidatore giudiziale) di utilizzare particolari strumenti nello svolgimento della propria attività. Tra questi, la valutazione di azienda può assumere un ruolo determinante: sia che si tratti di valutazione finalizzata alla cessione, sia che si tratti di valutazione finalizzata alla determinazione del congruo canone di affitto di azienda. In tale contesto giuridico-operativo, pertanto, la valutazione d’azienda può dare il suo contributo al perseguimento di numerose finalità: conoscere il valore dell’azienda e delle sue componenti patrimoniali; giudicare la convenienza alla prosecuzione dell’attività rispetto all’ipotesi di liquidazione; confrontare in termini di valore le diverse ipotesi evolutive di piani aziendali; permettere l’espressione del giudizio di miglior soddisfazione dei creditori richiesto all’attestatore; consentire al commissario giudiziale di comparare le diverse proposte concordatarie depositate; sostenere l’analisi in merito al rapporto tra attivo della procedura e richieste dei creditori; migliorare i processi decisionali degli organi aziendali, dei creditori coinvolti nella procedura concorsuale e degli organi della procedura concorsuale (CNDCEC – SIDREA: 2016).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Commissario e liquidatore giudiziale - Cap. 1.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 119.81 kB
Formato Adobe PDF
119.81 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/688042
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact