Henry Ayrout, melkita di origini siriane, matura la sua vocazione tra i gesuiti di cultura francese presso cui compie i suoi primi studi in Egitto. Prosegue la sua formazione culturale in Francia presso l'Università di Lione, con una tesi di dottorato sulla condizione dei contadini egiziani. L'impatto di questo lavoro a livello locale e internazionale è testimoniato dalle diverse edizioni e traduzioni che esso ha avuto, tra cui una anche in russo. Il libro resta uno dei riferimenti fondamentali per la conoscenza del mondo contadino in contesti coloniali e post-coloniali per tutta la seconda metà del Novecento e oltre. In queste pagine si è voluto riportare l'attenzione sulla figura di padre Ayrout, che ha contribuito con il suo impegno in campo culturale, sociale e spirituale a risvegliare la comunità cattolica egiziana e, più in generale, i suoi concittadini di ogni confessione. Lo ha fatto con la sua personalità forte e coinvolgente, con la competenza del sociologo, ma anche con l'attenzione e la cura delle relazioni umane. I suoi contributi spaziano dall'ambito accademico, dove ha arricchito la conoscenza del mondo rurale egiziano, a quello delle relazioni ecumeniche, in cui si ricorda il suo impegno nel riavvicinamento delle comunità cattoliche e copte ortodosse in Egitto. Fu attento alla vita sociale e politica del suo paese, dandone conto al pubblico europ eo con i suoi acuti contributi sulle riviste Études e En terre d'islam. Questa prima ricognizione del profilo di Henry Ayrout vorrebbe aprire approfondimenti ulteriori che contribuirebbero ad accrescere la nostra conoscenza di un protagonista della storia della comunità cattolica in Egitto nel Novecento e del ruolo che tale comunità ha esercitato sulla storia di tutto il paese.

Padre Henry Habib Ayrout, S.J. (1907-1969). Precursore degli studi sociali e religiosi in Egitto

Paola Pizzo
2018

Abstract

Henry Ayrout, melkita di origini siriane, matura la sua vocazione tra i gesuiti di cultura francese presso cui compie i suoi primi studi in Egitto. Prosegue la sua formazione culturale in Francia presso l'Università di Lione, con una tesi di dottorato sulla condizione dei contadini egiziani. L'impatto di questo lavoro a livello locale e internazionale è testimoniato dalle diverse edizioni e traduzioni che esso ha avuto, tra cui una anche in russo. Il libro resta uno dei riferimenti fondamentali per la conoscenza del mondo contadino in contesti coloniali e post-coloniali per tutta la seconda metà del Novecento e oltre. In queste pagine si è voluto riportare l'attenzione sulla figura di padre Ayrout, che ha contribuito con il suo impegno in campo culturale, sociale e spirituale a risvegliare la comunità cattolica egiziana e, più in generale, i suoi concittadini di ogni confessione. Lo ha fatto con la sua personalità forte e coinvolgente, con la competenza del sociologo, ma anche con l'attenzione e la cura delle relazioni umane. I suoi contributi spaziano dall'ambito accademico, dove ha arricchito la conoscenza del mondo rurale egiziano, a quello delle relazioni ecumeniche, in cui si ricorda il suo impegno nel riavvicinamento delle comunità cattoliche e copte ortodosse in Egitto. Fu attento alla vita sociale e politica del suo paese, dandone conto al pubblico europ eo con i suoi acuti contributi sulle riviste Études e En terre d'islam. Questa prima ricognizione del profilo di Henry Ayrout vorrebbe aprire approfondimenti ulteriori che contribuirebbero ad accrescere la nostra conoscenza di un protagonista della storia della comunità cattolica in Egitto nel Novecento e del ruolo che tale comunità ha esercitato sulla storia di tutto il paese.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/693148
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact