«Nel paese degli scarabattoli e dei cestini». Gino Bianchi e altri impiegati