Collocandosi dal punto di vista dell'avvocato difensore, che -tra i suoi bagagli più gravosi- talvolta porta anche quello rappresentato dal difficile rapporto con i media, l'autrice illustra le potenzialità di una stampa realmente libera, sottolineando come molte delle attuali deviazioni della prassi siano cagionate proprio dalla disciplina del segreto investigativo e dalla solipsistica gestione della pubblicità degli atti in capo agli inquirenti.

Il punto di vista del difensore: gli incalcolabili danni cagionati dai media al servizio del potere e i "miracoli" operati dai media "ribelli"

cristiana valentini
2022

Abstract

Collocandosi dal punto di vista dell'avvocato difensore, che -tra i suoi bagagli più gravosi- talvolta porta anche quello rappresentato dal difficile rapporto con i media, l'autrice illustra le potenzialità di una stampa realmente libera, sottolineando come molte delle attuali deviazioni della prassi siano cagionate proprio dalla disciplina del segreto investigativo e dalla solipsistica gestione della pubblicità degli atti in capo agli inquirenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/708727
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact