Per Aleksander Naumow. Studi in suo onore