'juggling with two or three oranges': R.L. Stevenson e il gioco di prestigio della stilistica letteraria