La proposta di prolungamento della linea Metropolitana B1 verso la direzione Nord di Roma trae origine dall'evidente necessità di risolvere il problema del traffico veicolare nel contesto del quadrante Nord di Roma. La linea B1 della metropolitana di Roma, diramazione dell’attuale linea B, è composta da 4 stazioni ed ha un tracciato che sviluppa circa 4 km. La stazione Libia è caratterizzata da una piazza ribassata dalla quale si accede all'atrio della stazione. Da qui è possibile percorrere con lo sguardo l’intera sezione del progetto, fino all’ultimo piano banchina, attraverso la presenza di un originale pozzo a geometria irregolare. Il monumentale pozzo di luce garantisce le condizioni di day-lighting sino alla banchina più bassa ad una profondità di 35 metri sotto al livello urbano ed emerge sulla piazza con una grande volumetria costituita da un insieme allineato di camini vetrati. La stazione Annibaliano si presenta attraverso le sinuose forme di una piazza ipogea, caratterizzata da una facciata interna scandita un gioco di volumi e incassi luminosi, realizzata in cemento facciavista direttamente in opera. È un ampio spazio a cielo aperto che costituisce il fulcro architettonico e urbanistico della nuova stazione e rappresenta anche un importantissimo intervento di riqualificazione urbana dotando la città di una nuova centralità spaziale. Gli accessi principali sono stati realizzati su via Asmara, via Bressanone e Corso Trieste; il collegamento tra la quota stradale e i binari sovrapposti sarà garantito da sistemi meccanizzati e scale fisse; raggiunta la quota inferiore attraverso un livello intermedio, alcuni servizi di stazione attrezzeranno lo spazio rendendolo funzionale all'uso della metro. La piazza Annibaliano diventerà spazio pubblico attrezzato a verde e spazi pedonali. Nella stazione Conca d’oro, situata in un’ampia area tra il ponte delle valli e viale Tirreno, ABDR è intervenuto con una trasformazione radicale del preesistente progetto di Tecnimont Engineering, ideando un grande spazio ipogeo illuminato dall'alto, sul quale si affacciano attività commerciali (2.000 mq) - caso primo e unico in una stazione metro nazionale – che vitalizzano e sfruttano i grandi spazi disponibili. La stazione è di grande complessità interna ed esterna (circa 18.000 mq di sviluppo complessivo) e trova necessario completamento nelle sistemazioni esterne, consistenti in un grande parco urbano di circa 10.000 mq che insiste sulla copertura del parcheggio di scambio a tre piani.

Stazioni Annibaliano, Conca d'Oro e Libia della linea metro B1, Roma

Filippo Raimondo
2015

Abstract

La proposta di prolungamento della linea Metropolitana B1 verso la direzione Nord di Roma trae origine dall'evidente necessità di risolvere il problema del traffico veicolare nel contesto del quadrante Nord di Roma. La linea B1 della metropolitana di Roma, diramazione dell’attuale linea B, è composta da 4 stazioni ed ha un tracciato che sviluppa circa 4 km. La stazione Libia è caratterizzata da una piazza ribassata dalla quale si accede all'atrio della stazione. Da qui è possibile percorrere con lo sguardo l’intera sezione del progetto, fino all’ultimo piano banchina, attraverso la presenza di un originale pozzo a geometria irregolare. Il monumentale pozzo di luce garantisce le condizioni di day-lighting sino alla banchina più bassa ad una profondità di 35 metri sotto al livello urbano ed emerge sulla piazza con una grande volumetria costituita da un insieme allineato di camini vetrati. La stazione Annibaliano si presenta attraverso le sinuose forme di una piazza ipogea, caratterizzata da una facciata interna scandita un gioco di volumi e incassi luminosi, realizzata in cemento facciavista direttamente in opera. È un ampio spazio a cielo aperto che costituisce il fulcro architettonico e urbanistico della nuova stazione e rappresenta anche un importantissimo intervento di riqualificazione urbana dotando la città di una nuova centralità spaziale. Gli accessi principali sono stati realizzati su via Asmara, via Bressanone e Corso Trieste; il collegamento tra la quota stradale e i binari sovrapposti sarà garantito da sistemi meccanizzati e scale fisse; raggiunta la quota inferiore attraverso un livello intermedio, alcuni servizi di stazione attrezzeranno lo spazio rendendolo funzionale all'uso della metro. La piazza Annibaliano diventerà spazio pubblico attrezzato a verde e spazi pedonali. Nella stazione Conca d’oro, situata in un’ampia area tra il ponte delle valli e viale Tirreno, ABDR è intervenuto con una trasformazione radicale del preesistente progetto di Tecnimont Engineering, ideando un grande spazio ipogeo illuminato dall'alto, sul quale si affacciano attività commerciali (2.000 mq) - caso primo e unico in una stazione metro nazionale – che vitalizzano e sfruttano i grandi spazi disponibili. La stazione è di grande complessità interna ed esterna (circa 18.000 mq di sviluppo complessivo) e trova necessario completamento nelle sistemazioni esterne, consistenti in un grande parco urbano di circa 10.000 mq che insiste sulla copertura del parcheggio di scambio a tre piani.
9788891805232
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/714408
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact