Nonostante diffusi stereotipi, il consumo e la produzione di pasta nella Napoli preunitaria erano limitati. Il ridotto consumo, dovuto alla povertà della popolazione, era accompagnato dalla scarsa efficienza degli antiquati pastifici artigianali. La produzione di grano duro, concentrata nel Tavoliere, si manteneva stazionaria, mentre aumentavano i raccolti di grano per la panificazione. L’Unificazione, con le sue politiche liberiste, fece incrementare fortemente le importazioni del grano duro ucraino e danubiano nel porto di Castellammare di Stabia, favorendo lo sviluppo dell’industria pastaria di Gragnano e Torre Annunziata.

Il Mar Nero e l’approvvigionamento di grano duro nei pastifici napoletani del decennio post unitario

Francesco D'Esposito
2018

Abstract

Nonostante diffusi stereotipi, il consumo e la produzione di pasta nella Napoli preunitaria erano limitati. Il ridotto consumo, dovuto alla povertà della popolazione, era accompagnato dalla scarsa efficienza degli antiquati pastifici artigianali. La produzione di grano duro, concentrata nel Tavoliere, si manteneva stazionaria, mentre aumentavano i raccolti di grano per la panificazione. L’Unificazione, con le sue politiche liberiste, fece incrementare fortemente le importazioni del grano duro ucraino e danubiano nel porto di Castellammare di Stabia, favorendo lo sviluppo dell’industria pastaria di Gragnano e Torre Annunziata.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/716828
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact