All’ombra delle maggioranze silenziose ovvero la fine del sociale