Il Sessantiutto è anno simbolico della transizione occorsa al termnine del breve evo borghese, e di una transizione che non è ancora terminata: è stato facilmente abbattuto "il sistema", ma non se ne intravvede ancora una alternativa ad oltre mezzo secolo di distanza. In che modo la pedagogia come professione sociale possa e debba vontribuire in tutta la problematica umana che insorge e si intensifica in questa crisi di evoluzione.

Il Sessantotto e la pedagogia come professione

Franco Blezza
2020

Abstract

Il Sessantiutto è anno simbolico della transizione occorsa al termnine del breve evo borghese, e di una transizione che non è ancora terminata: è stato facilmente abbattuto "il sistema", ma non se ne intravvede ancora una alternativa ad oltre mezzo secolo di distanza. In che modo la pedagogia come professione sociale possa e debba vontribuire in tutta la problematica umana che insorge e si intensifica in questa crisi di evoluzione.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Il Sessantotto e la pedagogia come professione.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Il capitolo preceduto da tutte le prime pagine del volume con l'informativa completa
Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 216.22 kB
Formato Adobe PDF
216.22 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/728416
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact