L’opera analizza il complesso fenomeno della regolazione dei mercati, concentrandosi sui penetranti poteri conformativi esercitati dalle Autorità indipendenti e sulle ricadute che questi producono sui contratti, sugli atti di autonomia e sulle condotte degli operatori. Lo studio mostra cosí uno degli orizzonti piú innovativi e attuali della riflessione civilistica e conduce all’emersione di un «diritto civile della regolazione» teso – in chiave protettiva – ad assicurare la tutela dei contraenti («deboli») nonché – in chiave proconcorrenziale – a preservare il confronto competitivo all’interno dei diversi settori.

Diritto civile della regolazione. Conformazione degli atti di autonomia e disciplina dei mercati

Angelone, Marco
Co-primo
;
2022

Abstract

L’opera analizza il complesso fenomeno della regolazione dei mercati, concentrandosi sui penetranti poteri conformativi esercitati dalle Autorità indipendenti e sulle ricadute che questi producono sui contratti, sugli atti di autonomia e sulle condotte degli operatori. Lo studio mostra cosí uno degli orizzonti piú innovativi e attuali della riflessione civilistica e conduce all’emersione di un «diritto civile della regolazione» teso – in chiave protettiva – ad assicurare la tutela dei contraenti («deboli») nonché – in chiave proconcorrenziale – a preservare il confronto competitivo all’interno dei diversi settori.
978-88-495-4969-0
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ANGELONE-ZARRO_Diritto civile della regolazione. Conformazione degli atti di autonomiae disciplina dei mercati_SI STAMPI.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 2.6 MB
Formato Adobe PDF
2.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/790812
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact