Chiamati a districarsi in corti labirintiche, all’interno di gruppi fazionali sempre fluidi, in un contesto generale dominato dalla dissimulazione e dal conflitto europeo per il predominio fra potenze e tra opposte fedi religiose, gli uomini dell’età barocca erano spesso divisi tra vari tipi di fedeltà. La fedeltà al sovrano, all’autorità religiosa, al signore locale, ma anche alla famiglia o al capo della propria fazione: tutti questi legami convivevano, spesso in maniera tutt’altro che pacifica, e comprendere quale fra essi prevalesse sugli altri contribuisce a definire l’identità stessa dei soggetti in questione. Questo libro si concentra su alcuni casi specifici di fedeltà sempre in bilico, nel contesto della monarchia spagnola tra XVI e XVII secolo: la fedeltà di cortigiani e uomini di potere verso il ministro favorito, ma anche quella degli stessi ministri favoriti verso il loro sovrano, spesso piegata a vantaggio di interessi personali; la fedeltà, altrettanto in bilico, di tanti grandi aristocratici ed ecclesiastici del regno di Napoli, intenti a difendere la loro autorità, ad accrescere il loro potere e spesso tentati da simpatie filofrancesi.

Una fedeltà sempre in bilico. Favoriti e aristocratici tra Madrid e Napoli (secoli XVI-XVII)

Giuseppe Mrozek Eliszezynski
2021

Abstract

Chiamati a districarsi in corti labirintiche, all’interno di gruppi fazionali sempre fluidi, in un contesto generale dominato dalla dissimulazione e dal conflitto europeo per il predominio fra potenze e tra opposte fedi religiose, gli uomini dell’età barocca erano spesso divisi tra vari tipi di fedeltà. La fedeltà al sovrano, all’autorità religiosa, al signore locale, ma anche alla famiglia o al capo della propria fazione: tutti questi legami convivevano, spesso in maniera tutt’altro che pacifica, e comprendere quale fra essi prevalesse sugli altri contribuisce a definire l’identità stessa dei soggetti in questione. Questo libro si concentra su alcuni casi specifici di fedeltà sempre in bilico, nel contesto della monarchia spagnola tra XVI e XVII secolo: la fedeltà di cortigiani e uomini di potere verso il ministro favorito, ma anche quella degli stessi ministri favoriti verso il loro sovrano, spesso piegata a vantaggio di interessi personali; la fedeltà, altrettanto in bilico, di tanti grandi aristocratici ed ecclesiastici del regno di Napoli, intenti a difendere la loro autorità, ad accrescere il loro potere e spesso tentati da simpatie filofrancesi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mrozek Eliszezynski, Una fedeltà sempre in bilico.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 1.3 MB
Formato Adobe PDF
1.3 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/791375
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact