L’anamorfosi è una forma di rappresentazione prospettica che percorre tutta la storia della rappresentazione architettonica per giungere fino ai giorni d’oggi. Artificio pittorico, codice segreto, ‘manufatto magico’ o illusione scenografica, l’anamorfosi oggi sembra vivere un nuovo interesse grazie alle opere di noti artisti ma anche di anonimi pittori che lasciano i loro segni effimeri sulle superfici delle città. Questo studio si prefigge di ricostruire il sottile filo rosso che lega raffinate opere del ‘600 ai disegni anamorfici contemporanei a scala architettonica e urbana. / Anamorphosis is a form of perspective representation that runs through the history of architectural representation up to nowadays. Pictorial artifice, secret code, ‘magical artifact’ or scenographical illusion, anamorphosis today seems to Llve a new interest thanks to the works of famous artists but also of anonymous painters who leave their ephemeral marks on the surfaces of the city. This study aims to reconstruct the thread that binds sophisticated works of the ‘600 to contemporary architectural and urban scale anamorphic drawings.

Anamorfosi contemporanee per il disegno della città

CAFFIO, Giovanni
2017-01-01

Abstract

L’anamorfosi è una forma di rappresentazione prospettica che percorre tutta la storia della rappresentazione architettonica per giungere fino ai giorni d’oggi. Artificio pittorico, codice segreto, ‘manufatto magico’ o illusione scenografica, l’anamorfosi oggi sembra vivere un nuovo interesse grazie alle opere di noti artisti ma anche di anonimi pittori che lasciano i loro segni effimeri sulle superfici delle città. Questo studio si prefigge di ricostruire il sottile filo rosso che lega raffinate opere del ‘600 ai disegni anamorfici contemporanei a scala architettonica e urbana. / Anamorphosis is a form of perspective representation that runs through the history of architectural representation up to nowadays. Pictorial artifice, secret code, ‘magical artifact’ or scenographical illusion, anamorphosis today seems to Llve a new interest thanks to the works of famous artists but also of anonymous painters who leave their ephemeral marks on the surfaces of the city. This study aims to reconstruct the thread that binds sophisticated works of the ‘600 to contemporary architectural and urban scale anamorphic drawings.
Collana UID per il disegno
978-88-492-3507-4
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
UID2017_Contributo Caffio.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Paper pubblicato negli atti del convegno UID 2017
Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 5.3 MB
Formato Adobe PDF
5.3 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
UID2017_Indice generale.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Indice generale degli atti del convegno UID 2017
Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 6.9 MB
Formato Adobe PDF
6.9 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11564/663347
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact