“Essere in età” secondo Omero e Aristotele