La lacerazione del tessuto storico urbano tra ‘vuoti’ e ‘lacune’