Le architetture sostenibili e performanti sono il risultato di un approccio progettuale integrato, che considera l’involucro edilizio e i sistemi impiantistici-ambientali come parti sinergiche di un’unica soluzione progettuale. La progettazione dell’involucro architettonico ha come obiettivo la realizzazione di un elemento che sia capace di abbinare ad un valore comunicativo, caratteristiche tecniche tali da garantire comfort interno e ridotti consumi energetici. Oggi la tendenza è quella di definire i nuovi elementi architettonici per l’involucro, capace di sfuggire all’omologazione ed alla serialità della prefabbricazione, pur ricorrendo ad essa e alle più attuali tecniche industriali, con l’ovvio riscontro dell’economicità costruttiva. Herzog afferma che “… Il dettaglio costruttivo nel senso tradizionale del termine non esiste più: la collaborazione reciproca tra progettista ed industria ne ha preso il posto (… con) l’intenzione di far capire i flussi che, passando per un certo nucleo, governano movimenti, correnti percorsi: è come se un respiro vitale riempisse le strutture e raccontasse come si genera il clima artificiale o quale sia il percorso del sole”.

L’energia dei sistemi e componenti passivi

Lepore Michele
2016

Abstract

Le architetture sostenibili e performanti sono il risultato di un approccio progettuale integrato, che considera l’involucro edilizio e i sistemi impiantistici-ambientali come parti sinergiche di un’unica soluzione progettuale. La progettazione dell’involucro architettonico ha come obiettivo la realizzazione di un elemento che sia capace di abbinare ad un valore comunicativo, caratteristiche tecniche tali da garantire comfort interno e ridotti consumi energetici. Oggi la tendenza è quella di definire i nuovi elementi architettonici per l’involucro, capace di sfuggire all’omologazione ed alla serialità della prefabbricazione, pur ricorrendo ad essa e alle più attuali tecniche industriali, con l’ovvio riscontro dell’economicità costruttiva. Herzog afferma che “… Il dettaglio costruttivo nel senso tradizionale del termine non esiste più: la collaborazione reciproca tra progettista ed industria ne ha preso il posto (… con) l’intenzione di far capire i flussi che, passando per un certo nucleo, governano movimenti, correnti percorsi: è come se un respiro vitale riempisse le strutture e raccontasse come si genera il clima artificiale o quale sia il percorso del sole”.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Libro di sezione cap 22.pdf

accesso aperto

Descrizione: scansione articolo da libro
Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 5.15 MB
Formato Adobe PDF
5.15 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/690356
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact