Nella zona di piazza Caprera la Cooperativa Case e Alloggi per Impiegati inizia dal 1906 la costruzione di oltre settanta villini e case a schiera che però Gustavo Giovannoni non progetta. Egli però fa parte dal 1905 al 1912 della Commissione tecnica della “Cooperativa” e in effetti le costruzioni eseguite in piazza Caprera risentono tutte della sua impronta, anche quando non è lui a progettarle poiché egli si interessa per intero dei problemi edilizi del nuovo quartiere. Nel suo rapporto con la “Cooperativa” nel periodo 1905-08 Giovannoni compila studi edilizi e finanziari e progetti di massima per la sede sociale e per i grandi edifici “sociali” in piazza Caprera, mentre negli anni dal 1909 al 1913 redige i progetti esecutivi di questi edifici e ne dirige i lavori. Al contrario i progetti per i villini e le case a schiera Tra il 1906-12 i progetti per la “Cooperativa” sono firmati dagli ingegneri Ettore Sacconi, Enrico Gennari, Venuto Venuti, Enrico Scifoni e Stefano Gentiloni Silveri, capo dell’Ufficio Tecnico della “Cooperativa” fino al 1911, quando viene avvicendato da Alessandro d’Aste Stella. Il decisivo apporto di Giovannoni nella realizzazione del quartiere emerge con chiarezza dall’analisi del suo libro Case Civili, pubblicato nel 1913 allo scopo di riorganizzare il settore dell’edilizia privata nello sviluppo della città contemporanea. Come il presente studio dimostra, l’operato di Giovannoni per il quartiere di piazza Caprera è quello di un tecnico integrale che sa comprendere tutte le opportunità insite nella realizzazione di un nuovo insediamento, capace di determinarne lo sviluppo sia con la progettazione diretta dei due importanti edifici sociali che con l’influenza esercitata dal suo pensiero teorico sulla formazione dell’intero tessuto edilizio. Tessuto costituito non solo di villini ma anche di altri tipi, come quello delle case a schiera, la cui importanza egli sa cogliere grazie al lavoro di studioso dei meccanismi costitutivi della città moderna.

L’opera di Gustavo Giovannoni per la “Cooperativa case ed alloggi per impiegati”

GIANNANTONIO RAFFAELE
2017

Abstract

Nella zona di piazza Caprera la Cooperativa Case e Alloggi per Impiegati inizia dal 1906 la costruzione di oltre settanta villini e case a schiera che però Gustavo Giovannoni non progetta. Egli però fa parte dal 1905 al 1912 della Commissione tecnica della “Cooperativa” e in effetti le costruzioni eseguite in piazza Caprera risentono tutte della sua impronta, anche quando non è lui a progettarle poiché egli si interessa per intero dei problemi edilizi del nuovo quartiere. Nel suo rapporto con la “Cooperativa” nel periodo 1905-08 Giovannoni compila studi edilizi e finanziari e progetti di massima per la sede sociale e per i grandi edifici “sociali” in piazza Caprera, mentre negli anni dal 1909 al 1913 redige i progetti esecutivi di questi edifici e ne dirige i lavori. Al contrario i progetti per i villini e le case a schiera Tra il 1906-12 i progetti per la “Cooperativa” sono firmati dagli ingegneri Ettore Sacconi, Enrico Gennari, Venuto Venuti, Enrico Scifoni e Stefano Gentiloni Silveri, capo dell’Ufficio Tecnico della “Cooperativa” fino al 1911, quando viene avvicendato da Alessandro d’Aste Stella. Il decisivo apporto di Giovannoni nella realizzazione del quartiere emerge con chiarezza dall’analisi del suo libro Case Civili, pubblicato nel 1913 allo scopo di riorganizzare il settore dell’edilizia privata nello sviluppo della città contemporanea. Come il presente studio dimostra, l’operato di Giovannoni per il quartiere di piazza Caprera è quello di un tecnico integrale che sa comprendere tutte le opportunità insite nella realizzazione di un nuovo insediamento, capace di determinarne lo sviluppo sia con la progettazione diretta dei due importanti edifici sociali che con l’influenza esercitata dal suo pensiero teorico sulla formazione dell’intero tessuto edilizio. Tessuto costituito non solo di villini ma anche di altri tipi, come quello delle case a schiera, la cui importanza egli sa cogliere grazie al lavoro di studioso dei meccanismi costitutivi della città moderna.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
07_R_Giannnantonio_NS_2017_01-2-1.pdf

accesso aperto

Descrizione: L’opera di Gustavo Giovannoni per la “Cooperativa Case ed Alloggi per Impiegati”
Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 1.84 MB
Formato Adobe PDF
1.84 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/692522
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact