La Corte costituzionale e il caso Dorigo: "sense and sensibility"