La Corte costituzionale alle prese con l'art. 507 c.p.p., ovvero: ritorno al futuro