Nella seconda metà del Cinquecento, in concomitanza con la pubblicazione dei primi trattati di arte fortificatoria, si andò diffondendo la stampa di vedute di città. La nota pubblicazione De’ Disegni delle più illustri città, et fortezze del Mondo, stampata a Venezia nel 1569 da Bolognino Zalteri può essere considerata la prima raccolta e la prima divulgazione di immagini piuttosto realistiche. Delle 50 incisioni di cui è composta, 20 riguardano le città italiane e le restanti sono di città europee e del Mediterraneo. Sono vedute aeree, scene di eventi bellici, porzioni di mappe territoriali, panorami di città, e piante urbane. L’intero corpus è corredato di un testo esplicativo inerente gli aspetti storici. Il saggio affronta in particolare la lettura di quattro piante di città italiane: Fano, Piacenza, Milano, Crescentino, in cui è raffigurata la cinta bastionata priva della struttura urbana interna. Sono singolari raffigurazioni che lasciano immaginare un possibile rilevamento urbano, e per questo meritano un confronto con la produzione grafica del tempo.

Piante di città fortificate raccolte da Giulio Ballino (1569)

Pasquale Tunzi
2018

Abstract

Nella seconda metà del Cinquecento, in concomitanza con la pubblicazione dei primi trattati di arte fortificatoria, si andò diffondendo la stampa di vedute di città. La nota pubblicazione De’ Disegni delle più illustri città, et fortezze del Mondo, stampata a Venezia nel 1569 da Bolognino Zalteri può essere considerata la prima raccolta e la prima divulgazione di immagini piuttosto realistiche. Delle 50 incisioni di cui è composta, 20 riguardano le città italiane e le restanti sono di città europee e del Mediterraneo. Sono vedute aeree, scene di eventi bellici, porzioni di mappe territoriali, panorami di città, e piante urbane. L’intero corpus è corredato di un testo esplicativo inerente gli aspetti storici. Il saggio affronta in particolare la lettura di quattro piante di città italiane: Fano, Piacenza, Milano, Crescentino, in cui è raffigurata la cinta bastionata priva della struttura urbana interna. Sono singolari raffigurazioni che lasciano immaginare un possibile rilevamento urbano, e per questo meritano un confronto con la produzione grafica del tempo.
9788885745124
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Saggio pubblicato.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Estratto dagli atti del convegno
Tipologia: PDF editoriale
Dimensione 2.14 MB
Formato Adobe PDF
2.14 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/696917
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact