Nell’Europa del 1914 esistevano tutte le premesse che rendevano possibile una guerra: rapporti tesi tra le grandi potenze (Austria contro Russia, Francia contro Germania, Germania contro Inghilterra), divisioni di blocchi contrapposti, corsa agli armamenti, spinte bellicistiche e irredentiste all’interno dei singoli Paesi. Dalle decisioni politiche, che hanno portato la conflitto, si passa all'analisi degli effetti di questo sui rapporti sociali. Paradossalmente, al termine del conflitto, il modello delle democrazie liberali, che pure avevano vinto la guerra, non trionferà in Europa, lasciando spazio a regimi totalitari autoritari.

La Grande Guerra, dalla politica alle trincee

Maria Teresa Giusti
2018

Abstract

Nell’Europa del 1914 esistevano tutte le premesse che rendevano possibile una guerra: rapporti tesi tra le grandi potenze (Austria contro Russia, Francia contro Germania, Germania contro Inghilterra), divisioni di blocchi contrapposti, corsa agli armamenti, spinte bellicistiche e irredentiste all’interno dei singoli Paesi. Dalle decisioni politiche, che hanno portato la conflitto, si passa all'analisi degli effetti di questo sui rapporti sociali. Paradossalmente, al termine del conflitto, il modello delle democrazie liberali, che pure avevano vinto la guerra, non trionferà in Europa, lasciando spazio a regimi totalitari autoritari.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La Grande Guerra, dalla politica alle trincee Apice 2:2018.pdf

accesso aperto

Dimensione 144.92 kB
Formato Adobe PDF
144.92 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/702147
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact