L'articolo pone a confronto due visioni contrapposte della nozione di gusto. Da una parte vi è la tendenza a darne una lettura filosofica e speculativa dall'altra una concezione fisiologica. L'autore mostra come quest'ultima concezione sia stata dall'estetica accademica posta ai margini della riflessione filosofica, dimenticando che sono proprio i sensi, cioè la fisiologia umana, a costituire il primo approccio alle cose.

Antinomie del gusto. Un'idea estetica tra fisiologia e filosofia

Marroni Aldo
2018

Abstract

L'articolo pone a confronto due visioni contrapposte della nozione di gusto. Da una parte vi è la tendenza a darne una lettura filosofica e speculativa dall'altra una concezione fisiologica. L'autore mostra come quest'ultima concezione sia stata dall'estetica accademica posta ai margini della riflessione filosofica, dimenticando che sono proprio i sensi, cioè la fisiologia umana, a costituire il primo approccio alle cose.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
A. Marroni, Antinomie del gusto, Merope nn. 67-68 (2018).pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Documento in Post-print
Dimensione 246.81 kB
Formato Adobe PDF
246.81 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/703883
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact