lo scopo del nostro lavoro è stato quello di valutare gli effetti clinici e citologici dell‘utilizzo del sodio ialuronato e del betaglucano nei pazienti con rinite vasomotoria allergica e non allergica. sono stati arruolati 45 pazienti (18 maschi e 27 femmine), di età compresa tra i 21 ed i 59 anni (età media 43 anni), tutti trattati con mometasone furoato per via intranasale e desloratadina per via orale. I pazienti sono stati suddivisi in 3 gruppi: al gruppo A è stato aggiunto betaglucano per via orale; al gruppo B sodio ialuronato per aerosol; il gruppo C ha ricevuto solo il trattamento di base. I pazienti sono stati sottoposti, prima e dopo trattamento, a rinomanometria, citologia nasale e fibrorinoscopia. rispetto ai gruppi B e C, nel gruppo A è stata registrata una più significativa riduzione sia del grado di ostruzione nasale, sia del numero di eosinofili e neutrofili alla citologia nasale. La rinorrea ed il quadro rinoscopico sono migliorate in uguale misura nel gruppo A e nel gruppo B, mentre la starnutazione si è ridotta in modo più significativo nel gruppo B. il sodio ialuronato ed il betaglucano sono risultati validi adiuvanti del trattamento cortisonico ed antistaminico nei pazienti con rinite vasomotoria allergica e non allergica. In particolare il betaglucano è risultato migliore nella modificazione dei componenti citologici della flogosi, mentre il sodio ialuronato ha determinato una più significativa riduzione della rinorrea rispetto al gruppo di controllo

UTILIZZO DEL SODIO IALURONATO E DEL BETAGLUCANO COME TERAPIA ADIUVANTE NELLA RINITE ALLERGICA E NON ALLERGICA

VESTRINI, ELISA;Fiorella Cazzato;Giampaolo Quaternato;Pasquina La Torre;FABRIZIO, VALERIA;Giampiero Neri
2018

Abstract

lo scopo del nostro lavoro è stato quello di valutare gli effetti clinici e citologici dell‘utilizzo del sodio ialuronato e del betaglucano nei pazienti con rinite vasomotoria allergica e non allergica. sono stati arruolati 45 pazienti (18 maschi e 27 femmine), di età compresa tra i 21 ed i 59 anni (età media 43 anni), tutti trattati con mometasone furoato per via intranasale e desloratadina per via orale. I pazienti sono stati suddivisi in 3 gruppi: al gruppo A è stato aggiunto betaglucano per via orale; al gruppo B sodio ialuronato per aerosol; il gruppo C ha ricevuto solo il trattamento di base. I pazienti sono stati sottoposti, prima e dopo trattamento, a rinomanometria, citologia nasale e fibrorinoscopia. rispetto ai gruppi B e C, nel gruppo A è stata registrata una più significativa riduzione sia del grado di ostruzione nasale, sia del numero di eosinofili e neutrofili alla citologia nasale. La rinorrea ed il quadro rinoscopico sono migliorate in uguale misura nel gruppo A e nel gruppo B, mentre la starnutazione si è ridotta in modo più significativo nel gruppo B. il sodio ialuronato ed il betaglucano sono risultati validi adiuvanti del trattamento cortisonico ed antistaminico nei pazienti con rinite vasomotoria allergica e non allergica. In particolare il betaglucano è risultato migliore nella modificazione dei componenti citologici della flogosi, mentre il sodio ialuronato ha determinato una più significativa riduzione della rinorrea rispetto al gruppo di controllo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/706139
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact