La “neghittosa matassa d’oro”: il trittico del Salvatore nella cattedrale di Tivoli