La «filosofia storica» e l’interpretazione crociana di Marx