Partendo dagli esiti della polemica antireligiosa contemporanea, il saggio si propone da un lato di coglierne la portata epistemologica, dall'altro di misurare la forza del pensiero trans-religioso di René Girard, al cui interno categorie come "religione", "violenza", "desiderio" assumono significati inattesi, in grado di ridisegnare le origini della stessa società. Pensatore tra i più influenti della cultura contemporanea, Girard ci fornisce inoltre indicazioni fondamentali per comprendere il nostro tempo.

Lo sguardo inquieto. Anti-dialettica del tragico, violenza e religione in René Girard

Fornari Fabrizio
2020

Abstract

Partendo dagli esiti della polemica antireligiosa contemporanea, il saggio si propone da un lato di coglierne la portata epistemologica, dall'altro di misurare la forza del pensiero trans-religioso di René Girard, al cui interno categorie come "religione", "violenza", "desiderio" assumono significati inattesi, in grado di ridisegnare le origini della stessa società. Pensatore tra i più influenti della cultura contemporanea, Girard ci fornisce inoltre indicazioni fondamentali per comprendere il nostro tempo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
3944-7 Sociologia 2-2020 - Estratto Fornari_ok (1).pdf

Solo gestori archivio

Dimensione 396.5 kB
Formato Adobe PDF
396.5 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/725999
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact