L’eredità linguistica dannunziana tra lessico e sintassi