Da tempo è riconosciuta una stretta correlazione tra russamento e Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) e nonostante il fatto che nella popolazione generale questa associazione abbia un‘alta prevalenza la diagnosi di OSAS rimane in gran parte non diagnosticata. Lo STOP-BANG Questionnaire (SBQ) è un semplice questionario sviluppato nel 2012 da Chung per la valutazione clinica preoperatoria del rischio anestesiologico in pazienti con sospetta OSAS. Esso è costituito da semplici domande con risposta dicotomica (si/no) e la positività da 3 a più quesiti rafforza il sospetto diagnostico. L‘SBQ eseguito durante una visita ORL in un paziente roncopatico, può essere uno strumento di screening affidabile, veloce, conciso e facile da usare per diagnosticare l‘OSAS. L‘obiettivo di questo studio è stato quello di valutare la predittività dello SBQ associato a visita ORL, comparandolo con l‘Indice Apnea Ipopnea (AHI) nei pazienti sottoposti a monitoraggio cardio-respiratorio notturno, esame Gold Standard per la diagnosi di OSAS. Una popolazione di pazienti roncopatici è stata valutata con SBQ, valutazione ORL e monitoraggio cardio-respiratorio notturno presso il Centro Universitario di Screening per i Disturbi del Sonno dell‘Universita G. d‘Annunzio di Chieti. Lo SBQ veniva somministrato dallo Specialista ORL durante la prima visita presso il Nostro Centro in presenza del partner di letto. Nell‘anno 2017 sono stati valutati 98 soggetti, tutti russatori (età media 51,35 ±16,4, 84 maschi [86%]) Di questi il 38,8% mostrava stanchezza diurna e nel 29,6% il partner riferiva apnee notturne. L‘ipertensione arteriosa di almeno primo grado era presente nel 40,8%, il 7,1% aveva un BMI >35, il 38,8% una circonferenza collo > 40 cm. 94 pazienti su 98 (92,12%) risultava positivo allo SBQ . Al monitoraggio cardio-respiratorio notturno 84,7% dei soggetti sono risultati positivi per OSAS con AHI ≥5 ed in particolare il 43,9% è risultato di grado severo, il 20,4% di grado moderato mentre il 3,1% mostrava un grado lieve-moderato, infine il 20,4% dei soggetti mostrava un OSAS di grado lieve ed il 12,2% sono risultati negativi per OSAS e quindi russatori semplici. La distribuzione dei malati OSAS per score SBQ ha mostrato SBQ=3 in 15 malati, SBQ=4 in 22 malati, SBQ=5 in 18, SBQ=6 in 25 OSAS e SBQ=7 in 5 malati (questi ultimi con AHI≥30); prendendo in considerazione l‘AHI in relazione alle singole risposte dello SBQ è stata evidenziata una correlazione lineare significativa tra AHI e numero di risposte positive allo SBQ. Diversi studi hanno dimostrato che lo SBQ è un uno strumento di screening valido per la diagnosi di OSAS. In questo studio lo SBQ ha dimostrato una sensibilità e una specificità statisticamente significativa ai fini diagnostici per OSAS nella popolazione di roncopatici ed inoltre è stata riscontrata una correlazione lineare tra il punteggio del SBQ e il grado di OSAS in base all‘AHI. Lo SBQ somministrato dallo specialista ORL offre un‘ottimo strumento di screening, veloce ma affidabile capace di ridurre i costi sanitari nazionali attraverso una diagnosi precoce e mirata.

STOP-BANG QUESTIONNAIRE: APPROCCIO PRATICO ALLA DIAGNOSI DELL‟APNEA OSTRUTTIVA DEL SONNO NEI SOGGETTI RONCOPATICI

Giulio Filograna--Pignatelli;Alessandro Pacella;Antonio Buonamico;Giampiero Neri
2018

Abstract

Da tempo è riconosciuta una stretta correlazione tra russamento e Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) e nonostante il fatto che nella popolazione generale questa associazione abbia un‘alta prevalenza la diagnosi di OSAS rimane in gran parte non diagnosticata. Lo STOP-BANG Questionnaire (SBQ) è un semplice questionario sviluppato nel 2012 da Chung per la valutazione clinica preoperatoria del rischio anestesiologico in pazienti con sospetta OSAS. Esso è costituito da semplici domande con risposta dicotomica (si/no) e la positività da 3 a più quesiti rafforza il sospetto diagnostico. L‘SBQ eseguito durante una visita ORL in un paziente roncopatico, può essere uno strumento di screening affidabile, veloce, conciso e facile da usare per diagnosticare l‘OSAS. L‘obiettivo di questo studio è stato quello di valutare la predittività dello SBQ associato a visita ORL, comparandolo con l‘Indice Apnea Ipopnea (AHI) nei pazienti sottoposti a monitoraggio cardio-respiratorio notturno, esame Gold Standard per la diagnosi di OSAS. Una popolazione di pazienti roncopatici è stata valutata con SBQ, valutazione ORL e monitoraggio cardio-respiratorio notturno presso il Centro Universitario di Screening per i Disturbi del Sonno dell‘Universita G. d‘Annunzio di Chieti. Lo SBQ veniva somministrato dallo Specialista ORL durante la prima visita presso il Nostro Centro in presenza del partner di letto. Nell‘anno 2017 sono stati valutati 98 soggetti, tutti russatori (età media 51,35 ±16,4, 84 maschi [86%]) Di questi il 38,8% mostrava stanchezza diurna e nel 29,6% il partner riferiva apnee notturne. L‘ipertensione arteriosa di almeno primo grado era presente nel 40,8%, il 7,1% aveva un BMI >35, il 38,8% una circonferenza collo > 40 cm. 94 pazienti su 98 (92,12%) risultava positivo allo SBQ . Al monitoraggio cardio-respiratorio notturno 84,7% dei soggetti sono risultati positivi per OSAS con AHI ≥5 ed in particolare il 43,9% è risultato di grado severo, il 20,4% di grado moderato mentre il 3,1% mostrava un grado lieve-moderato, infine il 20,4% dei soggetti mostrava un OSAS di grado lieve ed il 12,2% sono risultati negativi per OSAS e quindi russatori semplici. La distribuzione dei malati OSAS per score SBQ ha mostrato SBQ=3 in 15 malati, SBQ=4 in 22 malati, SBQ=5 in 18, SBQ=6 in 25 OSAS e SBQ=7 in 5 malati (questi ultimi con AHI≥30); prendendo in considerazione l‘AHI in relazione alle singole risposte dello SBQ è stata evidenziata una correlazione lineare significativa tra AHI e numero di risposte positive allo SBQ. Diversi studi hanno dimostrato che lo SBQ è un uno strumento di screening valido per la diagnosi di OSAS. In questo studio lo SBQ ha dimostrato una sensibilità e una specificità statisticamente significativa ai fini diagnostici per OSAS nella popolazione di roncopatici ed inoltre è stata riscontrata una correlazione lineare tra il punteggio del SBQ e il grado di OSAS in base all‘AHI. Lo SBQ somministrato dallo specialista ORL offre un‘ottimo strumento di screening, veloce ma affidabile capace di ridurre i costi sanitari nazionali attraverso una diagnosi precoce e mirata.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/706138
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact