La transizione verso un sistema economico circolare rappresenta uno dei punti cardine della politica dell’Unione Europea per sviluppare un’economia sostenibile e competitiva. La spinta europea al perseguimento di un’economia sostenibile si sta traducendo in una serie di iniziative di carattere normativo e non solo, sia a livello nazionale che locale. Nel presente articolo verrà presentata ed analizzata la “Carta di Pescara”, un documento programmatico della Regione Abruzzo, co-progettato insieme al mondo imprenditoriale ed accademico, che recepisce gli indirizzi delle politiche europee sul tema della sostenibilità ambientale applicata all’industria e li traduce in un meccanismo collaborativo e agevolativo/premiante in cui l’adesione -volontaria- alla carta dovrebbe stimolare l’implementazione di iniziative individuali e collettive ispirate ai canoni della circolarità. Nell’articolo verranno descritti i principi ispiratori dello strumento di governance, la scelta degli stakeholders, il percorso di strutturazione, i criteri di selezione e di definizione delle graduatorie, i meccanismi premianti. Infine varranno esposti i risultati dei primai tavoli di confronto con le imprese, alcune statistiche sulle attuali aderenti e i benefici potenziali nonché le criticità di tale iniziativa

Politiche regionali di sviluppo ed economia circolare. Il caso della Regione Abruzzo

Raffaella Taddeo;Anna Morgante;Alberto Simboli;Andrea Raggi
2019

Abstract

La transizione verso un sistema economico circolare rappresenta uno dei punti cardine della politica dell’Unione Europea per sviluppare un’economia sostenibile e competitiva. La spinta europea al perseguimento di un’economia sostenibile si sta traducendo in una serie di iniziative di carattere normativo e non solo, sia a livello nazionale che locale. Nel presente articolo verrà presentata ed analizzata la “Carta di Pescara”, un documento programmatico della Regione Abruzzo, co-progettato insieme al mondo imprenditoriale ed accademico, che recepisce gli indirizzi delle politiche europee sul tema della sostenibilità ambientale applicata all’industria e li traduce in un meccanismo collaborativo e agevolativo/premiante in cui l’adesione -volontaria- alla carta dovrebbe stimolare l’implementazione di iniziative individuali e collettive ispirate ai canoni della circolarità. Nell’articolo verranno descritti i principi ispiratori dello strumento di governance, la scelta degli stakeholders, il percorso di strutturazione, i criteri di selezione e di definizione delle graduatorie, i meccanismi premianti. Infine varranno esposti i risultati dei primai tavoli di confronto con le imprese, alcune statistiche sulle attuali aderenti e i benefici potenziali nonché le criticità di tale iniziativa
Atti dei Convegni di Ecomondo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Articolo_ECOMONDO2019_CartaPE1.pdf

accesso aperto

Descrizione: Scansione da stampa documento elettronico
Tipologia: Documento in Post-print
Dimensione 2.62 MB
Formato Adobe PDF
2.62 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11564/715465
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact